lunedì 25 gennaio 2021

Blog Tour - Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson


Buongiorno, readers! Eccomi qui a cominciare questa nuova iniziativa per farvi conoscere ancora di più Sorcery of Thorns, romanzo della bravissima Margaret Rogerson. In queste tappe, io e altre carissime colleghe vi daremo la nostra opinione sul libro e vi lasceremo degli extra che spero apprezzerete.

Titolo: Sorcery of Thorns
Autore: Margaret Rogerson
Genere: Storico, Fantasy, Romantico
Editore: Mondadori
Uscita: 19 Gennaio 2021
Pagine: 444
Prezzo: 22,00 €

Trovatella allevata in una delle Grandi Biblioteche di Austermeer, è cresciuta in mezzo agli strumenti della stregoneria: grimori magici che sussurrano e sferragliano catene. Se provocati, si trasformano in mostri inquietanti di cuoio e di inchiostro. Ciò cui Elisabeth ambisce è diventare una guardiana, incaricata di proteggere il regno dalle minacce della magia.

Il suo disperato tentativo di impedire l’atto di sabotaggio che libera il grimorio più pericoloso della biblioteca finisce per ritorcersi contro di lei: ritenuta coinvolta nel crimine, viene condotta nella capitale, in attesa di interrogatorio. L’unica persona su cui può fare affidamento è il suo nemico di sempre, il Magister Nathaniel Thorn, con il suo misterioso servitore; ma tutto sembra intrappolarla in una congiura secolare, che potrebbe radere al suolo non solo le Grandi Biblioteche, ma anche il mondo intero.

A mano a mano che la sua alleanza con Nathaniel si rafforza, Elisabeth inizia a mettere in discussione tutto quello che le hanno insegnato sui maghi, sulle biblioteche che ama così tanto, e soprattutto su se stessa. Perché Elisabeth ha un potere che non avrebbe mai sospettato, e un destino che non avrebbe mai potuto immaginare.

ESTRATTI/SEGNALIBRI:
Credits: Art by Charlie Bowater - Quotes by Margaret Rogerson
Cliccate nel segnalibro e mandateli in stampa ;)





Mesi fa, rimasi affascinata da Sorcery of Thorns, già dal primo sguardo. Prometteva di essere una delle letture più belle e le mie aspettative sono state ben ripagate. Questo romanzo è un gioiello tra i fantasy ed è riuscito a farmi passare ore magnifiche. Ha tutto quello che amo in un libro: un'eroina tenace e amante dei libri, un worldbuilding incantevole, un protagonista maschile molto ironico e tormentato, e tanta magia.

Elisabeth Scrivener è un'aspirante guardiana. Abbandonata in fasce, è stata cresciuta nella Biblioteca di Summershall, circondata da grimori, libri magici che hanno vita propria. Il suo compito è sorvegliare tali libri e fare in modo di non renderli pericolosi per il mondo esterno. Non conosce altro mondo che quello all'interno delle mura della Biblioteca e vede i maghi come nemici. Tuttavia la sua vita prenderà una spiacevole svolta che la porterà lontano da casa e dovrà fare affidamento sull'aiuto di uno di coloro di cui diffida, il mago Nathaniel Thorn, e sul suo demone servitore, Silas. Scoprire la verità non sarà facile ma più si va avanti con la storia, più l'intesa tra loro cresce e con loro le minacce alle loro vite.

Il simpatico trio che si va a formare in questo romanzo è una delle cose che mi è piaciuta di più e che mi ha fatto provare una punta di invidia. Elisabeth detesta i maghi mentre Nathaniel detesta i bibliotecari, provano sfiducia nell'altro ma una tragedia li porterà ad allearsi per scoprire chi si nasconde dietro a certi crimini. Lei è parte della Biblioteca, come i libri che custodisce, ama tutto ciò che è fatto di carta e inchiostro ma la magia che tengono li rende insidiosi ed è suo dovere tenerli a bada. Non ha mai conosciuto i suoi genitori ed è cresciuta con solo la Direttrice che la tiene in buona considerazione ed ha piena fiducia nelle sue capacità di guardiana. Nathaniel, invece, è un giovane uomo torturato dai fantasmi del passato, è rimasto solo al mondo e ha, come unica compagnia, il demone Silas. Con quest'ultimo ha barattato venti anni della sua vita per averlo al suo fianco e fin da ragazzino lo ha aiutato con i propri incubi. Ho adorato tutti e tre i personaggi, Elisabeth per il suo coraggio, Nathaniel per la sua sagacia, Silas per la sua fedeltà e il trio per i simpatici siparietti. Con quest'ultimi, l'autrice è riuscita a smorzare i tratti cupi del romanzo dandogli un giusto equilibrio emotivo.

Lo stile della Rogerson è scorrevole, molto descrittivo, e ci porta in un mondo magico, a spasso tra biblioteche, magnifiche ville e strade insidiose. Il fatto che sia uno standalone mi ha spinto di più a iniziare questa lettura. Non ho nulla contro le serie ma, ogni tanto, mi fa piacere leggere una storia conclusa senza aspettare anni per i seguiti. Questa caratteristica, però, ha un po' danneggiato la trama,  a mio avviso, affrettando il finale e dandomi l'impressione che alcune scene potevano essere più approfondite. Ma a parte ciò, non ho trovato intoppi e sono rimasta compiaciuta da questo romanzo.  Davvero molto soddisfatta. Dell'autrice avevo già letto An Enchantment of Ravens ma questa sua seconda opera l'ho trovata migliore e spero di poter leggere altro di suo.


Grazie mille alla Mondadori per la copia omaggio!





sabato 23 gennaio 2021

Quattro Lady per un libro #5 - Centro di Amalia Frontali e Rebecca Quasi


Giorno e buon fine settimana, cari lettori! Torniamo con la rubrica mensile che spinge me e le colleghe Lara (La Nicchia Letteraria), Susy (I miei magici mondi) e Katy (Rivendell: Katy Booklover) a leggere romanzi dalle ambientazioni temporali più varie. 

Titolo: Centro 
Autrici - Amalia Frontali e Rebecca Quasi
Editore - Self
Prezzo - 0,99 € ebook
Link d'acquisto: QUI

Londra, 1908.
La capitale britannica si prepara ai Giochi della IV Olimpiade.
Miss Ina Wood appartiene alla squadra femminile di tiro con l’arco e Monsieur Pierre Le Blon è un valente schermidore belga. Si incontrano per caso, a seguito di un piccolo incidente automobilistico e scoprono di avere in comune un certo talento per la dissimulazione: Miss Wood guida un’auto non sua e Monsieur Le Blon non è chi dice di essere.
Tra schermaglie sportive e romantiche gite tra i ranuncoli, si consuma quella che pare destinata a restare una fugace avventura.
Ma il destino, lento e inesorabile, dispone che i nostri atleti si ritrovino a Vienna nel 1914, per affrontare il passato ed essere travolti dagli ingranaggi della Storia.


La maggior parte delle volte, provo delle sensazioni quando leggo una trama. Una specie di istinto che mi spinge a prendere o a rinunciare a leggere quel libro. Può sbagliare, certo, magari una trama non mi ha convinto ma poi si rivela un capolavoro, peccato solo che non è stato il caso di Centro. Della Frontali non ho letto praticamente nulla mentre della Quasi ho apprezzato vari romanzi ed è stato questo a spingermi a provare nonostante la mente mi continuasse a dire no. 

Le vite di Ina Wood e Pierre Le Blon vanno a incrociarsi durante un evento spettacolare, atteso da molti: le Olimpiadi. E' in questo clima festoso e competitivo che scoprono la felicità, un'attrazione esplosiva che va oltre i pregiudizi e le convenzioni sociali. Ina è uno spirito libero, una delle prime donne a gareggiare in un evento così importante, una giovane senza particolare fascino ma che riesce comunque a catturare l'interesse di un uomo bello e prestante come Pierre. Quest'ultimo invece non è chi dice di essere ma vuole comunque godersi questo sentimento fino alla fine. La loro è una relazione nata nella menzogna che si concluderà insieme alle Olimpiadi. Ma il loro legame non è così facile da spezzare. Si dice "se son rose, fioriranno" quindi il Destino ha in serbo per loro una riunione dopo vari anni. Gli amanti dovranno far fronte a molte difficoltà, a molto dolore, ma il loro è un sentimento puro e autentico che li aiuterà a superare ogni cosa.

La prima e la seconda parte del libro sembrano due storie diverse. La prima è più piacevole e spensierata, i due protagonisti si conoscono, si provocano, si amano e il lettore viene sommerso dalla bellissima intesa di questa coppia e conosce aspetti molto interessanti degli sport che praticano e che usano come "rifugio". La seconda, invece, l'ho trovata noiosa e triste. Cambia atmosfera, cambia tono, rispetto alla prima parte, ma se all'inizio ho trovato la storia abbastanza buona, verso metà ho iniziato a sentire il bisogno di allontanarmi dal libro. Leggere Centro è stato per me come sentire musica classica e subito dopo il rock. Mi ha scombussolato e anche se c'è il giusto motivo per questo cambio narrativo, non sono riuscita comunque a farmelo piacere.

I personaggi principali sono ben fatti, non posso negarlo, anche se alla fine mi hanno deluso un po' anche loro in alcune parti. Ina è una donna che non ho potuto fare a meno di ammirare e in cui mi sono rispecchiata molto. Ha sete di libertà, un carattere forte e deciso, e trova nel tiro con l'arco una fuga dalla realtà. E' un'orfana cresciuta in una famiglia che a malapena la tollera, ma cerca con tutte le sue forze di trovare la sua strada. Pierre, invece, è una persona tormentata da ombre, un nobile che vuole essere libero dalle soffocanti regole della Società e che si sente felice nel praticare la scherma. Ina e Pierre vengono da mondi diversi ma hanno in comune molte cose. Tra loro è subito attrazione, vanno oltre la superficialità, oltre l'opinione pubblica, e sbocciano in un amore profondo che farà fronte alla lontananza, alle incomprensioni e alla guerra. Parlando invece degli altri personaggi posso dire che non mi dispiace, di solito, quando vengono "presi in prestito" quelli realmente esistiti, ma non gradisco molto quando vengono eccessivamente stravolti. Ok alle licenze poetiche ma qui è troppo da sopportare per me.

L'unica cosa positiva di tutto ciò, a parte un po' l'ambientazione e i personaggi, è che ho avuto modo di apprezzare anche lo stile della Frontali, indubbiamente buono, e che mi porterà a leggere in futuro anche i suoi libri. Scrivere a quattro mani è un buon esperimento che mi è sempre piaciuto ma che qui purtroppo pesa e va a rendere la lettura scomoda, a mio avviso. Ho notato troppo i cambi di stile, non trovando un lavoro omogeneo e ben collegato. Cosa non facile, che mette in crisi molte autrici. Sono state brave a provare questa sfida ma penso che potevano andare meglio. Centro è un romanzo che non mi ha convinto, che non ha saputo catturarmi ma dal potenziale non indifferente. Non mi è piaciuto, ho finito a fatica di leggere fino alla fine, ma non me la sento di sconsigliarlo. Le autrici hanno fatto un buon lavoro di ricerca e fatto ottime scelte nell'ambientazione, è solo che non hanno fatto centro nel mio cuore, mi spiace.

 




venerdì 22 gennaio 2021

Review Tour - La Regina di Athelia di Aya Ling


Giorno, gente! Da oggi è disponibile negli store il capitolo conclusivo della serie fiabesca di Aya Ling. Dopo le info, se volete, potete leggere la mia opinione in merito :)

Titolo: La Regina di Athelia
Autore: Aya Ling
Serie: Le favole incompiute #4
Genere: Retelling; fantasy YA
Traduzione: Elisabetta Rindone
Cover: Franlu
DATA USCITA: 22 gennaio 2021

TRAMA:

Kat ora è mamma di un principino di otto mesi. Pazza di gioia per il piccolo Eddie, dedica gran parte delle sue energie a crescerlo, pur di non lasciarlo in mano alle tate, come tradizione vorrebbe. Impegnata nel duplice ruolo di madre amorevole e degna sovrana, Kat ha sempre meno tempo da dedicare al marito Edward, il quale non è molto contento di questa situazione.
Riuscirà Kat a gestire il suo ruolo di moglie, madre e membro della famiglia reale?

E' il desiderio di molti lettori e lettrici scoprire cosa succede ai personaggi dopo l'happily ever after. Ci si chiede molte cose: se la vita matrimoniale va a gonfie vele, se hanno avuto figli o altre benedizioni. Con Aya Ling abbiamo sfiorato varie volte il lieto fine e, una volta, giunto quello vero, ci regala anche questa chicca dove si scopre che il matrimonio con un reale non è tutto rosa e fiori. 

Kat è diventata madre di un bellissimo bambino. Lo ama così tanto da dedicare tutto il suo tempo a lui, trascurando gli altri suoi doveri di moglie e principessa. La stanchezza si fa sentire ma anche la rabbia di Edward che diventa geloso del suo stesso figlio. Diciamo che le differenze dei due mondi si nota tramite questi battibecchi. Kat è stata cresciuta con la vicinanza di una madre amorevole e di una adorabile sorellina, mentre Edward è stato cresciuto dalle balie. Hanno avuto infanzie diverse, cresciuti con concetti di famiglia differenti. Amano il loro principino ma se da una parte Kat esagera con le attenzioni, dall'altra Edward gliene priva, preferendo dedicarsi ai suoi impegni di principe. Questo squilibrio porterà problemi di salute a Kat e, in aggiunta uno scandalo, spingerà la coppia reale a una vacanza forzata, dove finalmente troveranno dei compromessi e buoni propositi per il futuro della loro famiglia.

Abbiamo visto Kat ed Edward in varie occasioni difficili, ne hanno davvero affrontate tante per stare insieme, quindi non sarà un bebè e qualche incomprensione ad allontanarli. Diventare genitori è una nuova avventura, si diventa responsabili di un altro essere umano e nel proprio cuore si trova spazio anche per questa aggiunta. Loro sono una coppia unita, con pensieri spesso non paralleli, ma che cercano sempre di fare la cosa giusta. 

Mi è piaciuto molto leggere questa loro ultima avventura. Pensavo di aver visto tutte le loro sfaccettature ma l'autrice mi ha smentito dandomi modo di vederne altre a seconda dei ruoli da loro interpretati. Kat non è più una ragazzina goffa e timida. E' cresciuta, è diventata una principessa dalla mente rivoluzionaria che vuole rendere Athelia un posto migliore, una moglie molto amata e infine una madre che custodisce il suo bambino come il tesoro più prezioso. Edward ha aiutato in questi cambiamenti e lui stesso è migliorato dal momento in cui ha incontrato Kat. Il loro è un amore bellissimo che si sviluppa su uno sfondo fiabesco ma con problematiche molto attuali. Non è tutto oro quello che luccica, il nostro mondo con quello di Athelia ha più cose in comune di quanto si pensi e Kat lo sa bene e ce lo dimostrerà fino alla fine. 

Grazie mille alla Hope per la copia omaggio!




martedì 19 gennaio 2021

Figlia di Roma di Adele Vieri Castellano

E' tornata da pochi giorni una delle mie autrici storiche preferite con l'ultimo volume della serie Roma Caput Mundi. Una serie che mi ha straziato il cuore, che mi ha fatto provare emozioni a non finire. 


Titolo: Figlia di Roma
Autore: Adele Vieri Castellano
Editore: Amazon Publishing
Pagine: 458
Data di pubblicazione: 12 Gennaio 2021
Prezzo: 9,99 € cartaceo - 3,99 € ebook

È una donna, non più una bambina, e solo lui può aiutarla

Britannia, 61 d.C. Le orde di Boudicca hanno invaso la pianura. Animata da un devastante desiderio di vendetta, la regina guerriera ha realizzato l’impossibile: unire tutte le tribù britanniche contro l’invasore romano.

Ad assistere alla devastazione c’è un uomo. Osserva gli edifici in fiamme, aspira l’odore degli incendi, ascolta le grida disperate delle vittime. Impotente, solo, ha quasi dimenticato il suo vero nome ma non la missione che gli ha affidato l’imperatore cui deve fedeltà. Nessuno potrà fermarlo perché il destino di molti, forse anche quello dell’Impero, è nelle sue mani.

La sua determinazione è però destinata a scontrarsi con un’ombra dal passato che potrà mettere in discussione la sua stessa identità. La ricordava bambina ma adesso è una donna e ha bisogno della forza, della lealtà e del valore di un soldato romano. Valeria, la figlia di Marco Quinto Valerio Rufo, ha un nuovo, pericoloso incarico per lui.



Scar di Alice Broadway

 Esce oggi il terzo e ultimo volume della serie Ink di Alice Broadway! Non vedo l'ora di parlarvene, gli altri due hanno saputo affascinarmi, catturarmi, e spero che questo sarà una buona conclusione.


Titolo - Scar
Titolo originale - Scar
Autore - Alice Broadway
Editore - Rizzoli
Uscita - 19 Gennaio 2021 
Pagine - 272
Prezzo - 18,00 € cartaceo

Leora ha imparato a caro prezzo che non tutto è come sembra, e che ogni storia racchiude in sé due verità. Ma ora è stanca di lezioni, ora vuole costruire il suo futuro.Invece si ritrova prigioniera del redivivo sindaco Longsight, tornato miracolosamente in vita dopo essere stato assassinato da un’Intonsa. Il suo potere è ora assoluto e avvallato dalla maggior parte della popolazione. Longsight intende obbligare Leora a testimoniare pubblicamente contro gli Intonsi, denunciandoli come violenti aggressori per convincere così anche gli ultimi Marchiati a prendere le armi contro gli avversari. Ma se le storie sugli Intonsi fossero invece solo menzogne? Come conciliare due tradizioni culturali da sempre in antitesi? Longsight è un truffatore, e un giorno tutti lo sapranno, e allora Marchiati e Intonsi potranno finalmente vivere una nuova era di collaborazione e pace.Leora dovrà lottare anche per riconciliare il proprio passato con il futuro che ha davanti, e imparerà ancora una volta che anche quando si trovano le risposte, queste possono non essere facili da accettare.



domenica 17 gennaio 2021

Anteprima - La Regina di Athelia di Aya Ling

 E con questo libro, si conclude una delle serie che mi è piaciuta di più nel 2020. E' stato un modo per staccare la spina e sognare un bellissimo principe "azzurro".


 
Titolo: La Regina di Athelia
Autore: Aya Ling
Serie: Le favole incompiute #4
Genere: Retelling; fantasy YA
Traduzione: Elisabetta Rindone
Cover: Franlu
DATA USCITA: 22 gennaio 2021

TRAMA:

Kat ora è mamma di un principino di otto mesi. Pazza di gioia per il piccolo Eddie, dedica gran parte delle sue energie a crescerlo, pur di non lasciarlo in mano alle tate, come tradizione vorrebbe. Impegnata nel duplice ruolo di madre amorevole e degna sovrana, Kat ha sempre meno tempo da dedicare al marito Edward, il quale non è molto contento di questa situazione.
Riuscirà Kat a gestire il suo ruolo di moglie, madre e membro della famiglia reale?

Regina di Athelia conclude la serie “Le favole incompiute” di Aya Ling.
La serie comprende: La Cenerentola sbagliata; Principessa di Athelia (novella breve); C’era una volta o due; Stavolta è per sempre.
I titoli sono disponibili in formato digitale in tutti gli store e cartaceo su Amazon*.
*Tranne la novella breve Principessa di Athelia, per ora solo in digitale.
 



Anteprima - La svolta di gioco di J. Sterling

Vi presento l'uscita Quixote della prossima settimana.



TITOLO: La svolta di gioco
TITOLO ORIGINALE: The game changer
AUTRICE: J. Sterling
TRADUZIONE: Roberta Mazzocca
SERIE: The perfect game #2
GENERE: Sport Romance
FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e cartaceo
PAGINE: 289
PREZZO: €3,99 (e-book) su Amazon, Kobo, iTunes, Google Play, Store QE
DATA DI USCITA: 22 gennaio 2021
 
TRAMA:
Jack si è presentato alla mia porta ieri sera, dopo sei mesi di silenzio assoluto, con addosso una casacca dei Mets e tra le mani una dozzina di rose rosse. Mi ha detto che gli dispiace, che mi ama e che riconquisterà la mia fiducia. Ci è voluta tutta me stessa per non crollare ai suoi piedi appena l’ho visto. Lo rivoglio nella mia vita, ma questa volta ho bisogno di sapere che sarà per sempre…
 
Nel tanto atteso seguito de La partita perfetta di J. Sterling, Jack e Cassie capiscono immediatamente che la loro nuova vita può spesso essere crudele e che non ammette errori. La loro felicità è messa a dura prova, perché il passato non è mai davvero troppo lontano.
Come si fa a restare insieme, quando il mondo sta provando a dividervi?